art in progress …

il Blog dell'Arte

Archivio per Edward Hopper

Edward Hopper

Edward Hopper (Nyack, 22 luglio 1882 – New York, 15 maggio 1967) è stato un pittore statunitense famoso soprattutto per i suoi ritratti della solitudine nella vita americana contemporanea. Hopper nasce a Nyack da Garret Henry e da Elisabeth Griffiths Smith. Edward già dall’età di 5 anni dimostra una spiccata abilità nel disegno. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

I 10 artisti più popolari di Art in Progress

001Ogni tanto andiamo a sbirciare i dati relativi alle statistiche di questo blog anche per capire cosa maggiormente piace, non piace, quali sono i gusti dei lettori. Art in Progress, giunto a circa 35.000 visite dal suo esordio sul web, si propone come semplice veicolo per mettervi a conoscenza di eventi, mostre, rassegne. Leggi il seguito di questo post »

Edward Hopper alla Galeries Nationales du Grand Palais di Parigi

COMUNICATO STAMPA

Paintings by Edward Hopper (1882-1967) have the deceptive simplicity of myths, a sort of picture-book obviousness. Each one is a concentrate of the hypothetical knowledge and dreams conjured up by the fabulous name of America. Whether they express deep poignancy or explore figments of the imagination, these paintings have been interpreted in the most contradictory ways. A romantic, realist, symbolist and even formalist, Hopper has been enrolled under every possible banner. The exhibition at the Grand Palais seeks to shed light on this complexity, which is an indication of the richness of Hopper’s oeuvre. Leggi il seguito di questo post »

Da Hopper a Warhol, il ‘900 americano Dal 21 gennaio 20 capolavori a Palazzo Sums di San Marino

Jackie 1964 - Andy Warhol

Palazzo Sums di San Marino ospita dal 21 gennaio al 3 giugno una piccola rassegna che riunisce capolavori della pittura americana del ‘900. Complessivamente una ventina di opere dei maggiori artisti statunitensi del secolo passato, da Edward Hopper a Jackson Pollock, da Andy Warhol a Roy Lichtenstein, concesse in prestito dalle piu’ importanti collezioni per festeggiare i quindici anni di attivita’ di Linea d’Ombra, la societa’ produttrice di mostre fondata da Marco Goldin. Leggi il seguito di questo post »

Le figure e i colori di Georgia O’Keeffe

La recente mostra sullo statunitense Edward Hopper presso la Fondazione Roma Arte Musei è stata un successo di pubblico e di critica. Adesso è la volta di Georgia O’Keeffe per una mostra inaugurata ad ottobre che sarà aperta fino al 22 gennaio del 2012. La retrospettiva racconta la O’Keeffe attraverso la presentazione di diversi capolavori dell’artista scomparsa nel 1986 all’età di 98 anni.

Le sue prime creazioni che risalgono agli anni dieci sono caratterizzate da un astrattismo lirico creato da armoniose linee, figure e colori; queste opere, principalmente facenti parte di lavori seriali di illustrazioni a carboncino e acquerelli, sono fra le più innovative di tutta l’arte statunitense del periodo. Negli anni venti abbandonò la tecnica dell’acquerello per realizzare pitture a olio di grande formato con forme naturali e architettoniche in primo piano ispirate agli edifici di New York, come viste tramite una lente d’ingrandimento. E sono forse queste le opere più conosciute dal pubblico.

Queste opere contribuirono al suo successo, tanto che alla metà degli anni venti era considerata una delle artiste più importanti d’America. Leggi il seguito di questo post »

Giovanni Ozzola, Naufragio

Il grande utero bianco dello spazio espositivo, è oscurato. A catturare subito lo sguardo, è un video, proiettato nella dimensione ovattata dell’ambiente, in cui pare di sentirsi soli, anche in compagnia. Una serranda in acciaio, si abbassa, poi si alza, lentamente, per regalarci la bellezza dell’azzurro: dove il mare luccica e tira forte il vento. Leggi il seguito di questo post »