art in progress …

il Blog dell'Arte

Archivio per Carlo Carrà

CARLO CARRÀ 1881-1966

Mostra antologica a cura di Maria Cristina Bandera
Fondazione Ferrero, Alba (CN)
27 ottobre 2012 – 27 gennaio 2013

Dopo quasi vent’anni in Italia viene finalmente organizzata una mostra importante di Carlo Carrà. La location è la Fondazione Ferrero ad Alba. La mostra, aperta ad ottobre, sarà fruibile fino al 27 gennaio del 2013 nei seguenti orari:

giorni feriali 15.00-19.00

sabato e festivi 10.00-19.00

ingresso libero


«Per lo spirito non esistono contraddizioni, ma trasformazioni e sviluppi; mutare una direzione in arte non significa rinnegare tutto il passato, bensì allargarlo fino a compenetrarlo con un altro concetto estetico, scoprire nuovi rapporti ignoti, aprir meglio gli occhi per comprendere una somma maggiore di realtà. (…) Non so se vivrò tanto da realizzare per intero il mio sogno d’arte e se gli eventi giustificheranno o meno le mie aspirazioni. So però che tutte le mie forze sono rivolte all’arte, cioè ad uno scopo che trascende il mio io individuale, energia staccata da Dio che cerca di ritrovare Dio e prendere coscienza di che cosa è la vita e come essa si manifesta al mio spirito di uomo.»
Carlo Carrà, 1942

Carlo Carrà (1881-1966) ha interpretato, con profondo entusiasmo e riflessione critica, le stagioni e i fervori, artistici e intellettuali, delle avanguardie del Novecento, giungendo a occupare negli anni della maturità una posizione di consapevole autonomia, sapendo mettersi in relazione con le idee dell’attualità pittorica europea e ripensare in chiave di modernità la tradizione figurativa italiana. Dopo l’esperienza nel movimento futurista e la partecipazione alla pittura metafisica, Carrà definisce, in un rinnovato rapporto con la natura e il vero, l’aspirazione a un “realismo mitico” da cui discenderanno paesaggi, marine, nature morte cui l’artista attenderà fino a poche settimane prima della morte.

Con questa estesa mostra antologica, la Fondazione Ferrero rende omaggio al grande maestro piemontese e prosegue il percorso di illustrazione della personalità, intellettuale e umana, dello storico dell’arte albese Roberto Longhi (1890-1970). Figura tra le più influenti della scena culturale del Novecento, Longhi annoverava Carrà tra i suoi due pittori contemporanei «prediletti» ‒ l’altro essendo Giorgio Morandi, cui la Fondazione Ferrero ha dedicato, sempre per le cure di Maria Cristina Bandera, un progetto espositivo nel 2010.

Vi invitiamo a visitare il sito della Fondazione dal quale abbiamo tratto questo articolo.

http://www.fondazioneferrero.it/fc-2052/

Ad Alba 76 opere di Carlo Carrà

Nella cittadina di Alba ad un passo da Cuneo, dal 27 ottobre è stata allestita una mostra che omaggia il talento del maestro Carlo Carrà. Un totale di ben 76 opere, dalla critica definite “capolavori”, raccontano in maniera accurata e non sommaria, un percorso artistico durato ben sessanta anni. La Fondazione Ferrero di Alba ospita la mostra di uno dei protagonisti del ‘900 italiano fino al 27 gennaio 2013, Leggi il seguito di questo post »

Umberto Boccioni

Umberto Boccioni (Reggio Calabria, 19 ottobre 1882 – Verona, 17 agosto 1916) è stato un pittore e scultore italiano. Fu uno dei principali teorici ed esponenti del movimento futurista e dell’arte futurista italiana. Leggi il seguito di questo post »

Il ‘900 nelle raccolte civiche fiorentine

COMUNICATO STAMPA

a cura di Alessandra Belluomini Pucci

Il Comune di Viareggio, d’intesa con il Comune di Firenze, inaugura sabato 26 maggio, alla GAMC “Lorenzo Viani” di Viareggio, una mostra dedicata ai capolavori de Il ‘900 nelle raccolte civiche fiorentine, a cura di Alessandra Belluomini Pucci, direttore della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.  Leggi il seguito di questo post »

Renato Guttuso

Renato Guttuso all’anagrafe Aldo Renato Guttuso (Bagheria, 26 dicembre 1911 – Roma, 18 gennaio 1987) è stato un pittore e politico italiano.

Figlio di Gioacchino, agrimensore e acquerellista dilettante, e di Giuseppina d’Amico – che preferiscono denunciare la nascita a Palermo il 2 gennaio 1912 per contrasti con l’amministrazione comunale di Bagheria dovuti alle idee liberali dei coniugi – il piccolo Renato manifestò precocemente la sua predisposizione alla pittura. Leggi il seguito di questo post »

De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento, un secolo tra realtà e immaginario

Capolavori di grande valore per la prima volta sono esposti nell’evento più importante del panorama culturale della nostra città: circa 110 opere fra le più belle e preziose dell’arte contemporanea italiana costituiscono la mostra di maggior prestigio del Comune di Padova, per l’anno in corso.
“De Chirico, Fontana e i grandi maestri del Novecento, un secolo tra realtà e immaginario” prende forma fino al 15 luglio 2012 nella suggestiva cornice di Palazzo della Ragione e, con un evento-satellite, al Centro Culturale San Gaetano. Leggi il seguito di questo post »