art in progress …

il Blog dell'Arte

Archivio per Bauhaus

Josef Albers a Perugia

001Alla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia si festeggia il 125° anniversario della nascita di Josef Albers. A Perugia per la prima volta arriva una grande retrospettiva del maestro nato a Bottrop il 19 marzo del 1888 e scomparso a New Haven nel 1976. Appena terminati gli studi, tra Berlino e Monaco di Baviera, ben presto ed ancora molto giovane entra di diritto a far parte della Bauhaus Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Marni, abiti danzanti e geometrie Bauhaus

La donna Marni stavolta veste con mai abiti scostati dal corpo, geometrie sui tessuti e gonne scese ormai sotto il ginocchio. Consuelo Castiglioni ha immaginato una moda estiva senza orpelli (rari i pur famosi bijoux della casa) ma decorativa nei motivi Bauhaus, a riquadri e mezzi cerchi, e importante nelle forme. ”Ho lavorato sui volumi controllati” dice la stilista che si e’ ispirata alle architetture di Carlo Mollino anche per il modernismo sinuoso dei tacchi in legno e metallo. Leggi il seguito di questo post »

Vasilij Vasil’evič Kandinskij

Vasilij Vasil’evič Kandinskij in russo: Василий Васильевич Кандинский (Mosca, 4 dicembre 1866 – Neuilly-sur-Seine, 13 dicembre 1944) è stato un pittore russo, creatore della pittura astratta.  Leggi il seguito di questo post »

DRÉ WAPENAAR SOLO for YOU


Il 16 novembre, alle ore 19, la galleria Lia Rumma di Milano presenta un concerto/performance che vede come protagonisti l’artista olandese Dré Wapenaar e la stessa Lia Rumma. Nel suo nuovo padiglione dedicato allo strumento musicale, e denominato appunto SOLO for YOU Piano Pavilion, Wapenaar eseguirà CANTO OSTINATO di Simeon ten Holt e SONG OF RELEASE di Joep Franssens. Fruitore unico della totalizzante esperienza acustica sarà Lia Rumma, che assisterà alla performance dell’artista/pianista seduta sul divano
predisposto all’interno del padiglione. Due videocamere riprenderanno il tessuto di sguardi e di parole che si stabiliranno tra esecutore ed ascoltatore nello spazio della tenda, nonché il dettaglio delle mani del pianista che si muovono sulla tastiera, Leggi il seguito di questo post »