art in progress …

il Blog dell'Arte

Kurt Schwitters

001Kurt Schwitters (Hannover, 20 giugno 1887 – Kendal, 8 gennaio 1948) è stato un pittore e artista tedesco attivo in diverse correnti del suo tempo, tra cui il dadaismo, il costruttivismo, il cubismo, e meglio ricordato per l’utilizzo di mezzi d’avanguardia come il suono, il collage e il dattiloscritto. Le sue opere sono generalmente considerate precorritrici delle moderne installazioni.

Schwitters, inoltre, può essere considerato come uno dei maggiori esponenti della cosiddetta arte dei detriti[senza fonte], un’arte basata sull’assemblaggio di materiali di recupero, oggetti ricercati nello scarto della quotidianità, e soprattutto rifiuti. Questi oggetti, apparentemente destinati ad una fine, sono rivalutati da Schwitters, che dà vita a composizioni del tutto complete e originali, sia da un punto di vista formale, sia per l’innovativo riuso, a discapito di una inutile apparenza.

Nato ad Hannover al N. 2 di Rumannstraße, era figlio unico di Edward Schwitters e di sua moglie Henriette (nata Beckemeyer) che erano proprietari di un negozio di abiti da donna. Nel 1898 i genitori vendettero l’attività per comprare alcuni appartamenti in città che avrebbero permesso in seguito all’artista di vivere di rendita per il resto della sua vita. Nel 1901 la famiglia si trasferì in Waldstraße, che sarebbe in seguito diventata la sede del Merzbau. In quello stesso anno l’artista iniziò a soffrire di crisi epilettiche, malattia che lo avrebbe esentato dal servizio militare e quindi dalle prime fasi della prima guerra mondiale fino al momento in cui la coscrizione obbligatoria si espanse ad una porzione più vasta della popolazione tedesca.

Schwitters iniziò i suoi studi all’accademia di belle arti di Dresda (Hochschule für Bildende Künste Dresden) dove conobbe Otto Dix e George Grosz. Tornato nel suo paese natale, il giovane Schwitters iniziò la sua carriera artistica seguendo la corrente post-impressionista. Fortemente influenzato dagli scioccanti sviluppi del primo conflitto mondiale, le sue opere assunsero tinte sempre più fosche mostrando un forte avvicinamento all’espressionismo, che in quel momento era la corrente artistica più seguita in Germania, soprattutto grazie al circolo aristico Die Brücke. Schwitter trascorse gran parte del conflitto come disegnatore tecnico in una fabbrica poco distante da Hannover, quando nel marzo 1917 l’estensione della coscrizione lo costrinse ad essere arruolato nel 73º Reggimento di Hannover ma non prestò servizio effettivo fino al giugno dello stesso anno.

continua a leggere la biografia su Wikipedia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Kurt_Schwitters

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: