art in progress …

il Blog dell'Arte

5 elementi 5 – legno . fuoco . terra . metallo . acqua

001“5 Elementi 5” legno . fuoco . terra . metallo . acqua
Armonie e contrasti della natura visti attraverso l’Arte e il Feng shui

La mostra collettiva presentata presso il complesso dell’Ex Cartiera Latina di via Appia Antica, debutterà sabato 11 maggio 2013 con un nuovo allestimento presso 04m Odaka per mostrArti in via S. Maria in Monticelli 66 – Roma
Uno spazio contenitore di idee e di arte nella contemporaneità dei suoi artisti, che si mostrano in un contesto differente, nella fusione tra le discipline dello Yoga e la passione per l’arte.

Tra yoga e arte
Dalle idee ai fatti, dagli ideali al suggestivo piacere di vederli prender vita.
La pittura può essere una forma di yoga: lo yoga che propone una creazione, in quello spazio di arte senza confine che si apre al colore e si espande dal colore all’unione.

Scheda tecnica
Titolo della manifestazione:
5 Elementi 5 / legno . fuoco . terra . metallo . acqua
Armonie e contrasti della natura visti attraverso l’Arte e il Feng Shui
A cura di: Antonietta Campilongo
Concept: Luigi Straffi
Genere: Arte contemporanea e cultura orientale
Progetto e organizzazione:
Associazione Neworld – ecologia e sociale – NWart – Fengshuiroma school
Ufficio Stampa: NWart
Periodo esposizione: dal 11 al 30 maggio 2013
Sede: o4m Odaka per mostrArti
Indirizzo: via S. Maria in Monticelli 66 – Roma
Vernissage: sabato 11 maggio ore 18.00
Orari di apertura al pubblico: lunedì . mercoledì . giovedì ore 14.30 – 17.00 martedì . venerdì ore 11.00 – 17.00 | sabato 14.00 – 19.30 | domenica chiuso
Ingresso mostra: libero

Programma sabato 11 maggio:
Ore 18.00 Apertura mostra
Ore 18.30 Breve esposizione teorica sul Feng shui di Luigi Straffi e Pasquale Fonte docenti della Fengshuiroma architecture&design School
Ore 19.00 Demetra | Prosa Poetica di Antonella Catini Lucente
Ore 19.30 Performance di Yoga

Artisti:
Rosella Barretta, Rossana Bartolozzi, Mariagrazia Borhy, Antonietta Campilongo, Cristina Castellani, Antonella Catini, Federica Cecchi, Andrea Ciampini , Elena Colusso, Davidbart (Davide Preti) Sara De Nardis, Francesco Fai, Elvi Maccari, Sante Muro, Lucia Nicolai, Sabrina Pantacchini, Adalgisa Santucci, Claudia Scalera, Angela Scappaticci, Antonella Spanò, Andrea Sterpa, Paolo Vignini.

Performance:
Il moto come onde che si inseguono
degli istruttori dell’accademia di Yoga “Odaka”
• Ruggero Ruggeri
• Paola Bonucci
• Petra Szerdahelyi
• Gaia Del Vecchio
Aver speso molto tempo a contatto con l’oceano mi ha dato
l’ispirazione per creare una forma di Yoga “liquida”, dove fossero
racchiusi tutti questi aspetti, dove i concetti basilari si fondano su
fluidità, adattabilità, trasformazione e potenza al contempo.
Basato sulle dinamiche del moto degli oceani e dei ritmi corporei ai
quali ci connettono, il fluire della pratica dello OYC ci offre la
sensazione di “fonderci con il nostro corpo fino ad assumere una
forma liquida”. Nel far questo, sperimentiamo un senso di libertà e
l’abilità di trasformare ogni vincolo e limite per scoprire nuove
“forme” in noi stessi.

Roberto Milletti

Info:
www.nwart.itwww.neworldproject.itwww.fengshuiroma.com
www.mostrarti.it – www. odaka.it

anto.camp@fastwebnet.it
Tel. 339 4394399 – 393 3298266

5 Elementi 5
legno . fuoco . terra . metallo . acqua
Armonie e contrasti della natura visti attraverso l’Arte e il Feng shui

L’inizio che non ha mai avuto inizio e mai avrà fine

Sin dall’inizio della civiltà umana, si è sentito il bisogno di arrivare a conoscere il profondo mistero della vita e di svelarne le leggi che la governano. La religione, la filosofia e la scienza hanno indagato in ogni direzione e dato risposte (apparentemente) diverse, nel tentativo di scoprire soprattutto la scintilla dell’origine.
Diverso è stato anche l’atteggiamento tra Occidente e Oriente: razionalizzante, estroverso ed antropocentrico il primo; introverso, metafisico e naturalistico il secondo.
Tra le interpretazioni della realtà ultima, tra le vie di conoscenza che astraggono dall’idea di un Assoluto creatore vi è il Taoismo che si sviluppò in Cina alcuni millenni fa.
Nella sua visione, il Tao, la realtà con tutti i suoi fenomeni, è trasformazione ciclica senza soluzione di continuità, esistenza di ciò che accade senza sforzo in quell’istante e in quello spazio. Pensano i taosti: che senso ha interrogarsi concettualmente sull’origine e sulle cause, quando ogni cosa fluisce spontaneamente?
Il Tao agisce con il Ch’i (il soffio vitale); Il Ch’i con le polarità Yin e Yang; Yin e Yang producono i cinque movimenti: Legno, Fuoco, Terra, Metallo e Acqua.
Qui s’inscrive l’arte (o scienza?) del Feng shui tramandata dei Maestri antichi, la conoscenza dell’alternanza delle forze, dell’equilibrio e del disequilibrio e dei modi per creare l’armonia.

Feng shui (vento e acqua)

Wu-Ji è il vuoto che tutto contiene, calma assoluta senza spazio e senza tempo, è l’indistinto, il non-manifesto, assenza di dualismo. Quando in Wu-ji un dinamismo accade, ecco avvenire la separazione: due poli Yin e Yang; di loro la natura
ci mostra le prove evidenti: il positivo e il negativo, la notte e il giorno, l’inverno e l’estate, il freddo e il caldo, denso e leggero, il concavo e il convesso, e così via per tutte le categorie di opposti. Nessuna qualità formale è loro attribuita, ma solo trasformazione in aspetti mutevoli della stessa realtà. Yin e Yang armonizzandosi dinamicamente nel Tai Ch’i, il simbolo dinamico, sono presenti uno nell’altro, e questa è la loro interdipendenza, l’uno non potrebbe esistere senza l’altro.
Il Ch’i è la forza che scorre in tutto l’universo e che tutto sostanzia, lo yin e lo yang i due opposti in cui essa si alterna; i cinque movimenti (elementi) sono le qualità delle forze con le quali si mostrano le fasi.

Il Legno si espande, crea il Fuoco e depaupera la Terra;
Il Fuoco ascende, produce la Terra, fonde il Metallo;
La Terra compatta, genera il Metallo, esaurisce l’Acqua;
Il Metallo concentra, alimenta l’Acqua, taglia il Legno;
Acqua discende, nutre il Legno, annienta Fuoco.

I cinque elementi danno vita a “le diecimila manifestazioni”, ovvero tutto ciò che esiste, appare alla nostra coscienza e chiamiamo realtà.

Luigi Straffi

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: