art in progress …

il Blog dell'Arte

Mimmo Rotella alla Fondazione Marconi

Mimmo Rotella (foto UnDo.Net)

Mimmo Rotella (foto UnDo.Net)

A Milano è tempo di Mimmo Rotella. Il 19 marzo ha avuto inizio l’esposizione di retro-decollage che hanno fatto la fortuna dell’artista tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta. Decollage appunto, la forza di Mimmo Rotella, quel modo di fare arte così gestuale che lo ha reso famoso in tutto il mondo. Alla Fondazione di Via Tadino a Milano le opere di Rotella rimarranno in mostra fino al 15 maggio. Sono una trentina, alcune molte famose, altre di pura sperimentazione. Per Rotella l’atto dello strappo vuol significare non solo il cambiamento di tendenza di un’arte che abbandona la pittura tradizionale, astratta o informale che sia, ma detta quei principi nel fare pittura reale che nel 1961 porteranno Pierre Restany ad inserirlo nel gruppo del Nouveau Réalisme. Tra le opere in mostra si possono ammirare “Nebuloso” del 1954, “Argentina” del 1957, “Materico” del 1959.

Strappi di carta, sovrapposizioni di pubblicità, film, circo, messaggi, parole, idee, collage e decollage, gesto, pazienza, cromia ed estetica, equilibrio e precarietà, questo e tanto ancora ci raccontano le opere di Mimmo Rotella.

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: