art in progress …

il Blog dell'Arte

Nobuyoshi Araki

Nasce nel 1940 a Tokyo, Giappone, città dove vive e a cui la sua opera fotografica è dedicata. Il padre si occupa di fotografia e Araki mostra interesse verso questa forma d’arte fin da giovanissimo, e il suo talento esploderà negli anni ’70. Le sue prime fotografie ritraggono paesaggi naturali e urbani. Nel 1963 consegue un master in fotografia e cinematografia presso la Chiba. Nel 1964 vince il premio Taiyo per i giovani fotografi giapponesi e nel 1965 realizza la sua prima mostra personale al Shinjuku Station Building di Tokyo. Nel 1971 sposa la sua compagna, Yoko Aoki, e da questo momento si interessa sempre più al nudo e al corpo femminile, interesse che lo porterà a raggiungere la vera fama. Nel 1981 realizza il suo primo e unico film da regista: Diario di una studentessa, che racconta le vicende di una giovane che vuole sfondare nel settore del soft-porno. Dagli anni ’80 espone in tutto il mondo e il suo lavoro è apprezzato sia dal pubblico che dalla critica. Con circa 16000 fotografie scattate in un decennio, circa 200 mostre personali e 150 collettive, la bibliografia di Araki è enorme e conta quasi 300 pubblicazioni in tutto il mondo.

Da sempre molto legato alla sua città natale, gran parte del suo lavoro riguarda proprio Tokyo e i suoi abitanti. Attratto sia dalla vita comune degli operosi abitanti della città che dal ritratto femminile, è sicuramente noto principalmente grazie a questo ultimo. Dissacrante e provocatorio, le sue donne sono generalmente ritratte con apparecchi semplici, in set allestiti in case private e con l’uso della luce del flash al fine di rendere più veri gli scatti. Araki non esprime intenti voyeuristici o pornografici ma vuole – con le sue donne ora inquietanti ora addirittura infernali, ammiccanti o imbavagliate, esaltate nella loro femminilità o degradate a feticcio – scandagliare gli abissi del bene e del male, del sacro e del profano, della vita e della morte, e la sottile linea rossa che separa questi apparenti contrari. La sua vasta opera è divisa in cicli, e il suo interesse più recente sembra essere la Corea, da lui visitata più volte.

(le biografie di Wikipedia)

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: