art in progress …

il Blog dell'Arte

Archivio per settembre 13, 2012

Google doodle omaggia Clara Schumann

Oggi un doodle di Google rende omaggio alla pianista e compositrice tedesca Clara Schumann. Nata a Lipsia il 13 settembre del 1819, la moglie del compositore Robert Schumann, è considerata una delle più importanti pianiste dell’era romantica. Spesso il mondo del cinema ha reso omaggio a Clara, da “Träumerei” del 1944 con Hilde Krahl a “Song of Love” con Katharine Hepburn. Più recente la pellicola del 2008, “Geliebte Clara” con Martina Gedeck.

Leggi la biografia di Clara su Wikipedia.

 

Tadiello, spenga la luce!

Composizioni di cavi elettrici neri che disegnano sulle pareti bianche della galleria fasce di linee disposte in base a tre differenti raggi di curvature e confluenti in cuore dove, con un groviglio di energia e un epicentro di flusso dell’elettricità, tutto si accende, si illumina e riscalda. Ma le opere di Alberto Tadiello (Montecchio Maggiore, 1983) – che da diversi anni lavora con l’immaterialità della corrente e del suono, dando vita talvolta a strutture complesse – manifestano anche richiami immediati a forme naturali: quelle delle infiorescenze, del disporsi di piccoli pistilli e di strani semi secondo geometrie esatte (come dimenticare il rapporto tra molte forme floreali e la spirale aurea?). E non è un caso se il naturale rivisitato dall’autore è proprio il protagonista dell’elegante fanzine di accompagnamento alla mostra. Priva di testi, suggerisce suggestioni preziose.

Marta Santacatterina

Vicenza // fino al 29 settembre 2012
Alberto Tadiello – Hyper
a cura di Daniela Zangrando
MONOTONO CONTEMPORARY ART
Viale Milano 60
044 4327166
info@monotonocontemporaryart.it
www.monotonocontemporaryart.it

Artribune.com

MACBA Collection

COMUNICATO STAMPA

The “anarchitectures” of Gordon Matta-Clark dialogue in the MACBA Collection with Le Corbusier, Jean Genet and Rossellini’s last film

Gordon Matta-Clark. Office Baroque Portfolio offers an exhibition centred on the 46 photographs taken by Gordon Matta-Clark in the nineteen-seventies documenting the ‘cuts’ he made in buildings. Leggi il seguito di questo post »